Pagina 1 di 1

Dimostrativi febbraio

MessaggioInviato: 30/12/2018, 19:58
da Descartes
Salve a tutti, avreste qualche consiglio da dare circa la risoluzione degli esercizi dimostrativi (livello febbraio)? Sia dal punto di vista teorico, sia per come bisogna comportarsi dal punto di vista pratico per risolverli

Re: Dimostrativi febbraio

MessaggioInviato: 31/12/2018, 13:15
da afullo
Se hai pazienza un paio di giorni al massimo ti scrivo un piccolo vademecum, ora sono in vacanza e da mobile mi viene un po' scomodo ;)

Re: Dimostrativi febbraio

MessaggioInviato: 31/12/2018, 20:55
da Descartes
Ringrazio vivamente, molto gentile!

Re: Dimostrativi febbraio

MessaggioInviato: 02/01/2019, 10:20
da afullo
Eccomi. Partendo da questo, ti posso dire che:

- dal punto di vista tipografico: è importante il discorso sulle lettere (per esempio, se [tex]a[/tex] e [tex]\alpha[/tex] si confondono in un problema di geometria, può essere fastidioso per il lettore), e quello sulle figure (che possono essere d'aiuto nel descrivere una situazione anche al di fuori dell'ambito geometrico);

- dal punto di vista della presentazione: di solito i dimostrativi di febbraio, anche se articolati, non sono così lunghi da dover necessitare di una stesura in stile dispensa o articolo di ricerca per come descritta (suddivisione in lemmi, numerazione delle formule...), ma resta comunque opportuno cercare di essere chiari, sacrificando magari qualche "locuzione elegante" (fermo restando l'importanza della grammatica e della sintassi) per un'impostazione di tipo un po' più razionale;

- dal punto di vista matematico: si dice che "i risultati contenuti nelle schede [olimpioniche] si possono dare per buoni, gli altri no"; in realtà questa affermazione va in mia opinione presa un minimo con le pinze, nel senso che a febbraio i correttori non sono quelli dell'organizzazione nazionale, ma sono i responsabili provinciali, per cui se si usa in risultato delle schede un minimo "potente", conviene comunque farci due parole sopra, senza limitarsi a richiamarlo dandolo per assunto.

Personalmente eviterei anche espressioni gergali come "wloggando" ("wlog" -> "without loss of generality", quindi significa "ragionando senza perdita di generalità"), talvolta usate come slang ma che molti correttori potrebbero anche non conoscere (oltre al fatto che di solito non sono termini della lingua italiana).