Non può essere così semplice....

Cavolate, barzellette, cose che non c'entrano niente, e tutto il resto.

Re: Non può essere così semplice....

Messaggioda afullo » 01/08/2016, 13:49

Sinceramente dell'opinione e della reputazione sul tema date da chi fondamentalmente sta conducendo una crociata per "dimostrare" che la matematica moderna serve solo per affiancare dei nomi a dei teoremi, quando invece è dietro ovunque (crittografia, pagamenti elettronici, grafica computerizzata per citarne tre su una miriade), non mi interessa molto. In senso buono, eh...
afullo
 
Messaggi: 1247
Iscritto il: 13/03/2013, 22:06

Re: Non può essere così semplice....

Messaggioda complicatemodulus » 01/08/2016, 14:35

...hai sbagliato indirizzo... solo uno stupido potrebbe dire che quella matematica non è l'estrema punta di centinaia di anni di durissimo lavoro, gradino dopo gradino scolpiti nella roccia...

A me è solo scappata una frasetta di invidia per non potervi accedere... e l'illusione, se la mia potesse creare una buona scorciatoia...

E dato che ne sono sicuro (ripeto per le potenze), perchè consente di vedere immediatamente alcune cose come criteri di divisibilità etc... mi spiace che continuiate a perdere tempo in interventi infruttuosi...

E ripeto con la vostra preparazione potreste fare un bellissimo parallelo fra anelli, ideali etc... e somme a passo... cancellando una lunga fila di ormai inutili nomi astrusi... non di utili definizioni, di cui forse si avrebbe solo più facile evidenza...

Ad esempio la matematica ha completamente travisato la parola "Modulo": chiediti cos'è in meccanica e perchè quasi tutti voi non avete pensato subito che il modulo è 3,5 o 7... non l'operatore... e che se tale fosse rimasta la definizione di chi l'ha inventata con quello spirito... la "modularità" avrebbe immediatamente preso piede sostituendo a 3,5,7 una F(X) nota... la dove nessun umano, ora può arrivare, ma è in realtà facilissimo da capire ad esempio con il mio orologio a 2 lancette... ma se non hai nemmeno letto che sto a di ?

Ho 48 anni... direi che possiamo passare ad un livello di sicussione 3.0...
complicatemodulus
 
Messaggi: 84
Iscritto il: 27/01/2016, 18:20

Re: Non può essere così semplice....

Messaggioda afullo » 01/08/2016, 14:49

Ho letto, e infatti ti ho chiesto cosa cambia rispetto all'operazione di modulo tra polinomi, al che non mi hai saputo rispondere, rilanciando piuttosto con il fatto che a tuo dire tiravo in ballo concetti per pochi.

Senza formalismo sarebbe un fiorire di "sento dentro di me che è così"... e questa non è scienza.
afullo
 
Messaggi: 1247
Iscritto il: 13/03/2013, 22:06

Re: Non può essere così semplice....

Messaggioda complicatemodulus » 01/08/2016, 15:20

E dagliela...

Sapientone, detto in maniera bonaria... io ti ho dato un ingranaggio che funziona...

...a te scrivere le istruzioni nel tuo bel vulgo... Ti pare ???

Riconosco i miei limiti !
complicatemodulus
 
Messaggi: 84
Iscritto il: 27/01/2016, 18:20

Re: Non può essere così semplice....

Messaggioda FLTx2 » 01/08/2016, 18:06

complicatemodulus ha scritto:Preferirei rispondere dopo aver saputo se e quali errori ho commesso già nella prima parte. Non vorrei ripeterli...

L' "idea" di fondo però l'ho già descritta a parole in uno dei post precedenti.


scusami se ti sembro pedante (ti do del tu) ma mi son fatto aiutare ure da mio amico enn sia o riusciti a capre del tutto iltuo pdf... se ho capito bene i casi piccoli n=3,4,5,6, ecc... non sono poi cosi interessanti perche sostanzialmente ci sono gia dim fatte da centinaia di anni e sono pure su wikipedia per cui sincerament e nonme ne frega granche se la tua dim del caso n=3 sia giusta o no tanto so gia che e dimostrabile per altre vie... per i casi n grande cercavo di capire come ti "riconduci" a n=3 e li mipare che c'è un errore che ti avevo trovato quando scambiavi la somma con la derivata il mio amico dice che era sbagliato quel passaggio perche staresti derivando una costante e quindi fa 0 mi confermiche ho trovato un errore veramente perche sarei felicissimo perche forse ho capito qualcosa.... non ho proprio capito la tua "idea di fondo" perche nell'altro post hai scritto la stessa cosdel pdf in cui hai tirato in ballo un itegrale con l'argomento che sembra essere un po a caso... me lo spiegheresti per favore? non badare a loro spiega a em...
FLTx2
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 07/07/2016, 15:07

Re: Non può essere così semplice....

Messaggioda afullo » 01/08/2016, 18:21

Mah, se definisci qualcosa di nuovo dovresti essere tu a fare il "collegamento" con quanto di già esistente nel linguaggio della matematica. Non ti puoi aspettare che lo facciano altri, altrimenti di fatto stai solo buttando degli indizi blandi sperando che qualcuno li raccolga. E riuscire a ricollegarsi autonomamente al noto, viene considerato di solito necessario per godere della credibilità che serve a far interessare qualcuno, sempre nell'ottica che è relativamente facile proporre idee non valide ma difficili da essere smentite.

Te la butto con un paragone nella corsa: tecnicamente non è impossibile che uno a cui viene il fiatone dopo due chilometri di piano sia in grado di terminare un trail, perché il tipo di sforzo può essere diverso e per concludere come semplice finisher ci si può gestire le forze in tanti modi. Però, se non fa nulla nello sforzarsi per evitare che ciò accada, deve poi accettare che l'organizzatore abbia qualche riserva nel farlo iscrivere...
afullo
 
Messaggi: 1247
Iscritto il: 13/03/2013, 22:06

Re: Non può essere così semplice....

Messaggioda FLTx2 » 01/08/2016, 18:30

ho trovato un altro grave errore!!! la dim non funziona! possiamo cercare insieme di aggiustarlo se avete voglia
FLTx2
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 07/07/2016, 15:07

Re: Non può essere così semplice....

Messaggioda complicatemodulus » 02/08/2016, 6:13

x Fltx2: Guarda che tutta questa "cosa" del modulo complicato funziona intorno ad una osservazione di cosa accade con i numeri:

A partire da n=3 se estrai la radice cubica della somma di due cubi (di interi) qualsiasi combinazione tu riesca a provare , ottieni un irrazionale.

Cioè se prendi qualsiasi A,B,C interi (ad esempio 5,6,7) ed effettui la sottrazione ricorsiva del termine $M_3=3x^2-3x+1$ con x che parte da 1 e cresce fino a che il termine diventa troppo grande per poterlo ancora sottrarre da quanto ti rimane, ottieni sempre un resto.

Questa è l'operazione che chiamo "a modulo complicato", funziona con i numeri, ma deve farlo anche con a "teoria" cioè con l'applicazione delle sommatorie a passo come spiegato... il difficile è capire come applicare la teoria e non dover fare i conti... quì serve cioè applicare un concetto meccanico che un ingranaggio può impegnarne un altro, di modulo diverso (cioè con i denti ad esempio più grandi), ma una volta impegnati non possono mettersi a girare perchè i due denti successivi sbatterebbero l'uno contro l'altro...

Vediamo cosa succede con i numeretti:

Dunque vogliamo verificare se :

$A^3=C^3-B^3$ funziona per A=incognita, B=6, C=7 (a intero) quindi se:

343-216= 127 è il cubo di un intero (ovvio che se lo fai per 5^3=125 ottieni zero...):

127- (3x^2-3x+1|x=1) = 127 -1 = 126

126- (3x^2-3x+1|x=2) = 126 -7 = 119

119- (3x^2-3x+1|x=3) = 119 -19 =100

100- (3x^2-3x+1|x=4) = 100 -37 = 63

63- (3x^2-3x+1|x=5) = 63 -61 = 2 RESTO

Quindi possiamo scrivere, grazie al nostro orologio a 2 lancette, che 127 = 5^3 +2

Cioè abbiamo un sistema modulare che non è solo in grado di darci il resto, ma ricostruire l'esatto numero di partenza in base a un "modulo", cubico nel caso, da noi deciso. Se il resto è zero quello che avevamo all'inizio è un cubo perfetto, se non lo è... è altro...

Ma di più: "RAFFINANDO" il passo mediante quella che ho chiamato sommatoria a passo che non sto quì a rispiegare... ottineni che:

- se stai analizzando un numero che NON è il cubo nè di un intero, aumentando K ti trovi sempre un resto.

- se stai analizzando un numero che E' il cubo di un intero, con K=1, troverai ad un certo punto resto zero.

Ora si tratta di capire, dato che non si può provare con la calcolatrice (nè con PariGP) tutte le combinazioni fino all'infinito, se c'è modo di far vedere con la teoria che l'ingranaggio di Fermat si "inceppa" per qualche ragione.

E quello che ho trovato è che riscrivendo l'equazione di partenza, sfruttando la caratteristica che se A fosse un cubo di interi allora non importa che passo 1/K usiamo.

Prima ho provato con la riduzione "teorica" dei vari pezzi della somma... e purtroppo... nel giro a vuoto in fondo al PDF, vedi che non trovi nulla, cioè tutto si smonta pezzo a pezzo e arrivi a 0=0... perchè in realtà sei già partito da li...

Poi ho trovato che è utile scrivere l'equazione in forma di razionali B/A etc... e dare una raffreddatina con i termini 1/KA e poi passando al limite per $K\to\infty$ in cui in ogni caso si dovrebbe ritornare all'equazione di partenza.

Se la cosa funzionasse (te lo spiego a parole) si verificherebbe che limite destro = limite sinistro, cioè tutte le combinazioni di riscaldamento/raffreddamento con il termine 1/KA, portate al limite, dovrebbero dare lo stesso risultato...

Mentre così non è già solo con il primo caso illustrato (ovvio se non ho commesso errori di conteggio).

Secondo me questa cosa mica l'han capita i cervelloni e solo perchè per esigenze di spazio pagina non ho più riportato la scritta limite... davanti a vari pezzi... :mrgreen:

PER TUTTI GLI altri n: LASCIA PERDERE, NON MI USCIRA' PIU' UNA PAROLA FIN TANTO CHE NON SIAMO CERTI CHE per n=3 NON CI SONO ERRORI.

A me ci sono voluti 8 anni per entrare nella forma mentis dell'ingranaggio...

Grazie
Ciao
Stefano

L'integrale non è buttato a caso... si riferisce a tutte le aree sotto le derivate successive a partire da un certo n fino ad n-p=3 ad esempio...
complicatemodulus
 
Messaggi: 84
Iscritto il: 27/01/2016, 18:20

Re: Non può essere così semplice....

Messaggioda FLTx2 » 02/08/2016, 7:57

complicatemodulus ha scritto:PER TUTTI GLI altri n: LASCIA PERDERE, NON MI USCIRA' PIU' UNA PAROLA FIN TANTO CHE NON SIAMO CERTI CHE per n=3 NON CI SONO ERRORI.

A me ci sono voluti 8 anni per entrare nella forma mentis dell'ingranaggio...


beato te che stando nell'azienda di famiglia puoi permetterti tutto questo tempo... dai facciamo finta che n=3 sia giusto mi fai vedere il tuo ragionamento per i casi n=4 e n=5 senza andare su n genericio perche senon riesci a far vedere che funziona in questi casi allora e inutue cercre di generalizare perche n=3 non e interessante visto che ci sono gia centinaiadi dim... il prob dell'ultimo teorema di fermat non e per n piccolo ma per n generico... cmq ho trovato un altro errore nei tuoi passaggi pero vorrei vedere la tua spiegazione prima... torno al lavoro...
FLTx2
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 07/07/2016, 15:07

Re: Non può essere così semplice....

Messaggioda complicatemodulus » 02/08/2016, 8:12

Scusa, ma come hai detto tu questo tempo lo ricavo entrando in ufficio alle 5 del mattino...

E' una questione di capire come funiona l'ingranaggio:

se lo capisci per n=3 si può estendere, con un trucchetto per gli altri n

Ma non me lo scuce nesusno di bocca perchè sono stufo di prendere insulti... e poi anche io voglio controllare al mio meglio e queesto non è proprio il periodo giusto per farlo.

Se mi dici che errori hai trovato magari ti dico se ho solo sbagliato a digitare in Latex...

Ciao
Stefano
complicatemodulus
 
Messaggi: 84
Iscritto il: 27/01/2016, 18:20

PrecedenteProssimo

Torna a Altro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti