Mentorship

Università, borse di studio, notizie scientifiche, conferenze, iniziative varie...

Mentorship

Messaggioda Mati98 » 04/07/2019, 7:42

Ciao a tutti, mi chiamo Matilde, al momento sto studiano all'Università di Cambridge, oltre a star facendo uno stage a Google DeepMind. Vi volevo parlare di un'iniziativa gratuita che potrebbe interessare a molti di voi. Si chiama LeadTheFuture (http://leadthefuture.tech) ed è un programma di mentorship per studenti italiani di materie STEM. Specialmente in Italia è difficile entrare a far parte di un network del genere, e con il tempo mi sono resa conto che è uno dei modi per avere veramente successo dal punto di vista professionale.

Per darvi un'idea di quanto in generale parlare con le persone giuste possa fare la differenza, l'anno scorso in questa community, oltre 10 persone hanno ottenuto internship in grandi aziende come Google, Facebook o DeepMind. Inoltre oltre 10 persone sono state ammesse a università prestigiose a livello mondiale.

Cosa ne pensate? Credete che fare parte di un circolo del genere possa esservi utile? Avete avuto esperienze di mentorship prima d'ora?
Ultima modifica di Mati98 il 10/07/2019, 21:40, modificato 1 volta in totale.
Mati98
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 04/07/2019, 7:38

Re: Mentorship

Messaggioda afullo » 05/07/2019, 9:38

Ciao! Penso di sì, che per dei giovani di oggi dotati di talento sia importante trovarsi dei punti di riferimento il più presto possibile nel corso del proprio percorso, in modo tale da essere indirizzati al meglio verso l'avvenire.

Anche perché la referenza ricopre un ruolo non da poco in molte selezioni; purtroppo abbiamo la tendenza a confonderla con la raccomandazione, ma sono due concetti ben diversi. Raccomandazione è quando attribuisci una posizione per motivi di comodo indipendenti dalle capacità (come parentela o scambio di favori), referenza è invece quando attribuisci la stessa posizione fidandoti del fatto che una persona tua pari abbia espresso un giudizio positivo sul tuo candidato.

Ed essere ben referenziati serve poi alla fine più di sapersi comportare bene durante un colloquio di gruppo o altri momenti tradizionalmente associati alla ricerca del lavoro: spesso ai neolaureati spiegano come atteggiarsi durante ai colloqui, ma quelli che poi questi si trovano di fronte sono al corrente di trovarsi spesso dei ragazzi che non si pongono con essi in maniera naturale, ma lo fanno secondo delle indicazioni che qualcuno ha dato loro (vedi anche i vari post acchiappa-clic del tipo "dimentica quello che hai imparato! clicca qui e leggi gli [tex]n[/tex] trucchi infallibili per avere sempre successo ai colloqui di lavoro!").

D'altro canto, se sei un datore di lavoro, come fai a capire in mezz'ora di chiacchierata se la persona che hai davanti possa essere adatta a te o meno? Una persona più estroversa partirebbe in teoria con dei vantaggi rispetto ad una più introversa, perché si potrebbe giocare meglio le sue carte nel poco tempo a disposizione; ma chi ha bisogno di una risorsa non è stupido, sa benissimo che ci sono un sacco di persone più riservate ben più capaci di altre maggiormente espressive, e che quindi quello che salta fuori da momenti di questo tipo non è necessariamente così indicativo.

L'importante (ma non mi sembra questo il caso) è solo che non si inseriscano in questi meccanismi realtà fini a sé stesse che hanno l'interesse di mantenere precaria la gente, di modo che la stessa sia costretta periodicamente a rivolgersi loro.
afullo
 
Messaggi: 1643
Iscritto il: 13/03/2013, 22:06


Torna a Cultura Scientifica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite