Cesenatico 2017: 4-7 Maggio

Appena arrivato/a sul forum di OliMaTO? Presentati!

Re: Cesenatico 2017: 4-7 Maggio

Messaggioda Federico II » 09/05/2017, 15:58

Ok, quindi io farei le gare per asservire la mia implacabile volontà di primeggiare?
Che peccato non poter andare in trincea, lì sì che avrei sfogato tutta la mia volontà di competere! Pazienza, ripiegherò su qualche noioso scontro a colpi di formule e calcoli... :roll:
Il responsabile della sala seminari
Avatar utente
Federico II
 
Messaggi: 428
Iscritto il: 14/05/2014, 14:53

Re: Cesenatico 2017: 4-7 Maggio

Messaggioda afullo » 09/05/2017, 16:07

Ah boh, non ho detto che condivido quella visione, esponevo un punto di vista di terzi per riallacciarmi a quanto proposto dal Corriere... :mrgreen:
afullo
 
Messaggi: 1211
Iscritto il: 13/03/2013, 22:06

Re: Cesenatico 2017: 4-7 Maggio

Messaggioda 0004POWER » 09/05/2017, 17:45

;) Io faccio le gareper asservire il mio bisogno di primeggiare, purtroppo le mie competenze non me lo permettono ;)
0004POWER
 
Messaggi: 33
Iscritto il: 28/04/2017, 19:19

Re: Cesenatico 2017: 4-7 Maggio

Messaggioda Lasker » 09/05/2017, 18:59

A quanto so tutte le olimpiadi scientifiche sono un surrogato della guerra, non è un caso se nascono durante la guerra fredda, inizialmente le fanno solo i paesi del blocco sovietico e se gli stati militarmente più potenti sono forti anche nelle gare (hanno la preparazione migliore per addestrare scienziati pronti a progettare armi) :lol:
Cur enim scribere tre numeri quando se ne abbisogna di due? Sensibilizzazione all'uso delle potenti Coordinate Cartesiane, possano seppellire per sempre le orride baricentriche corruttrici dei giovani.

PRIMA FILA TUTTI SBIRRI!

#FREELEPORI
Lasker
 
Messaggi: 716
Iscritto il: 17/03/2013, 16:00

Re: Cesenatico 2017: 4-7 Maggio

Messaggioda karl53 » 09/05/2017, 20:53

Salvador ha scritto:Boh può anche essere
Comunque qualcuno di voi sa come avere le foto ufficiali? Mi piacerebbe avere quella che ho fatto quando mi hanno dato la medaglia

Quelle dell'anno scorso sono sulla pagina facebook dell'UMI, quindi puoi sperare che mettano li anche quelle di quest'anno.
Qualcuno che ha conservato il foglio che distribuiscono alla fine della gara potrebbe postare anche le soluzioni dei problemi?
karl53
 
Messaggi: 10
Iscritto il: 13/05/2014, 13:45

Re: Cesenatico 2017: 4-7 Maggio

Messaggioda Federico II » 10/05/2017, 0:29

@afullo: certamente era chiaro che citavi il punto di vista di qualcun altro, che tuttavia non condivido. Secondo me il Corriere voleva fare un semplice confronto tra cosa erano costretti a fare i giovani di 100 anni fa in nome della patria e cosa invece fanno quelli di oggi, che trovano qualcosa di bello in cui investire le loro energie. Non è vero che le olimpiadi si reggono su sentimenti simili a quelli di una nazione che fa la guerra ma soltanto sviluppati in modo diverso. In qualunque modo siano nate, non penso che oggi i concorrenti gareggino allo scopo di acquisire competenze per progettare armi, e anche ciò che spinge un concorrente penso sia ben diverso da ciò che farebbe combattere una guerra. Nella guerra regna l'odio, l'idea è quella di sottomettere il nemico ad ogni costo, anche decimando la sua popolazione, per impadronirsi di potere e ricchezze a suo discapito. L'ambiente delle olimpiadi è invece molto amichevole, si tratta di una gara in cui ci si mette alla prova con le proprie abilità e ci si confronta con gli studenti più bravi, ma anche il rivale più temuto è prima di tutto un amico con cui si condividono tante belle esperienze. Gareggiando si desidera anche primeggiare, dimostrare di valere più di altri, ma la cosa più importante è mettersi in gioco, dare tutto di sé. Se una volta vince uno, un altro non sarà soppresso o privato della sua dignità, ma magari avrà uno stimolo per fare meglio la volta successiva. Ci si sostiene a vicenda e anche quando poi è tutto finito si ricordano i propri compagni di gare più come amici che come avversari. Infatti si è anche contenti quando qualcuno con cui si ha lavorato ottiene un buon risultato, come un compagno di scuola a Cesenatico, ma anche un compagno di squadra in una gara internazionale (che magari è anche il peggiore avversario nelle gare italiane). Quando gareggio sento un po' il bisogno di sfogarmi, e lo faccio con la gara, ma non sfogarmi sugli altri (del tipo "devo ammazzare tutti, arrivare primo con 20 punti di scarto così Chen e Pruneri e Ulliana e tutti gli altri si inchinano al mio cospetto e si sentono delle m***e"), piuttosto essere me stesso, tirare fuori quelle capacità che nella vita ordinaria sono un po' come un leone in gabbia, far vedere davvero quanto valgo, e poi sperare che tutto questo basti per ottenere i risultati che voglio: se sì tanto di guadagnato (con maggiore soddisfazione nei casi in cui non credevo di avere buone probabilità di arrivare a quel risultato), se no magari un po' di delusione che però si supera facilmente e senza abbattersi troppo (la delusione brucia di più se perdo qualcosa che ero sicuro di poter ottenere). Ad esempio a Cesenatico mi sarebbe piaciuto molto vedere i miei sforzi riconosciuti con una nuova vittoria, ma poi alla fine è stato Jacopo a spuntarla, e io ho comunque conquistato un secondo posto che non è niente male. Se pensassi secondo ideologie di guerra ora lo dovrei odiare a morte per avermi tolto ciò che desideravo, invece sono contento per lui: era il suo ultimo anno, ho visto che era molto determinato a fare un finale brillante dando il meglio di sé e ha avuto ciò che meritava. Io sono comunque contento del mio risultato, anche per il fatto che nessuno dei sei problemi mi ha sconfitto: ciò che ha fatto la differenza è stata una mia descrizione solo a grandi linee di come trovavo l'assurdo nel 6, dovuta alla mancanza di tempo.
Il responsabile della sala seminari
Avatar utente
Federico II
 
Messaggi: 428
Iscritto il: 14/05/2014, 14:53

Re: Cesenatico 2017: 4-7 Maggio

Messaggioda xXStephXx » 10/05/2017, 9:55

Magari intendeva esattamente quello che hai descritto tu. Non penso che ci si aspettava odio per qualcun altro, credo intendesse qualcosa di molto più soft.
xXStephXx
 
Messaggi: 625
Iscritto il: 23/03/2013, 18:12

Re: Cesenatico 2017: 4-7 Maggio

Messaggioda Salvador » 10/05/2017, 11:29

@mr96 e @afullo: il 2 non era un esercizio standard secondo me (lo standard sarebbe "Determinare tutte le soluzioni intere di ... "), ma una tecnica standard per risolvere le equazioni posta in una maniera un po' insolita, ma comunque originale e anche divertente. Stesso discorso per il 3 e il 4, mentre il 6 ha peccato di essere, secondo me, solo bianco o nero: o hai l'idea giusta e fai 7, o non ce l'hai e resti a 0 o poco più, quindi forse bisognerebbe stare un po' attenti a questo (per esempio il 6 dell'anno scorso grazie al punto a) facilitava il prendere almeno 1-2 punti e dava un'idea generale di come funzionasse il meccanismo). Ciò che invece è mancato secondo me da un lato è stata un po' l'ingenuità di trattarlo come se fosse una classica equazione e provare a sostituire per i casi semplici (almeno io così ho notato come si poteva proseguire e poi l'ho risolto). Dall'altro lato, però, nella gara hanno fatto bene i più esperti, e questo vuol dire che probabilmente per affrontare questi problemi più originali è necessaria esperienza e familiarità con le tecniche.
Salvador
 
Messaggi: 217
Iscritto il: 26/11/2016, 11:55

Re: Cesenatico 2017: 4-7 Maggio

Messaggioda afullo » 10/05/2017, 12:03

Si potrebbe puntualizzare che, per lunghi periodi della storia delle civiltà, la guerra è stata vista come uno strumento per farsi onore, senza necessariamente la componente dell'odio nei confronti del nemico. Ancora nel 1914, quando scoppiò la prima guerra mondiale, molti ne diedero una visione romantica, con questi anonimi giovanotti che potevano dare un senso alla propria vita realizzando imprese per la propria patria. Soltanto quando ci si impantanò nelle trincee (sì, non molto tempo dopo l'inizio delle ostilità), e il conflitto diventò sostanzialmente un'autoripetente e sanguinosissima lotta a chi sarebbe riuscito a non cedere per primo, emerse il vero detestare la parte avversaria, ritenuta responsabile della situazione che si era creata (in realtà, causata da entrambi i contendenti, anche se il trattato di pace diede poi ufficialmente la colpa soltanto alla fazione sconfitta).

E personalmente non sarei così sicuro che non ci siano più persone che la pensino così, perché una Le Pen che prende il 22% al primo turno e il 33% al ballottaggio, dopo che nel suo programma ci mette la volontà di stabilire in Costituzione il minimo del 2% del PIL dedicato alle spese militari, il ritorno del servizio militare obbligatorio, la costruzione di una nuova portaerei, l'uscita dalla NATO perché la Francia deve stare fuori dalle guerre che non sono le sue (che implicitamente, visto tutto il resto, significa: dedicare più risorse militari e farlo specificatamente per l'interesse patrio), la chiusura delle frontiere perché molti valorosi francesi sono morti per stabilirle, mi fa pensare che ci sia ancora chi vede ancora la forza come uno strumento con cui farsi onore.

Forse erano questi i termini con cui si cercava di fare il paragone tra conflitti e competizioni sportive (nel senso allargato del termine). Poi certo, con l'invenzione delle armi di distruzione di massa abbiamo capito che c'è davvero poco da scherzare con il fuoco, e alfabetizzazione e acculturamento globale ci hanno portato ad avere una visione del mondo che non fosse caratterizzata da un pensiero unico come spesso accadeva in passato. Ma, qualcuno pensa anche, siamo in pace perché non ci sono più armi in giro, o magari invece perché ce ne sono troppe? Personalmente ho l'abitudine dello sport sano e genuino, sono da anni nell'ambiente della corsa in cui ho trovato la stessa cordialità e la stessa voglia di migliorare sé stessi insieme presenti nel mondo olimpionico, ma perché per esempio nel calcio ogni derby anche delle serie inferiori diventa un'occasione per regolamenti di conti tra paesi o tra quartieri? Eppure è uno sport anche quello, anzi per molti è lo sport per eccellenza...
afullo
 
Messaggi: 1211
Iscritto il: 13/03/2013, 22:06

Re: Cesenatico 2017: 4-7 Maggio

Messaggioda xXStephXx » 10/05/2017, 14:23

afullo ha scritto:Personalmente ho l'abitudine dello sport sano e genuino, sono da anni nell'ambiente della corsa in cui ho trovato la stessa cordialità e la stessa voglia di migliorare sé stessi insieme presenti nel mondo olimpionico, ma perché per esempio nel calcio ogni derby anche delle serie inferiori diventa un'occasione per regolamenti di conti tra paesi o tra quartieri? Eppure è uno sport anche quello, anzi per molti è lo sport per eccellenza...

Capita pure nelle olimpiadi sportive e tra persone teoricamente mature... vedi Federica Pellegrini :mrgreen:
Se ti mettessi a sondare caso per caso penso che qualcosina la trovi pure nelle olimpiadi di matematica, a volte è solo nascosta meglio. Ad esempio le scuole che usano i risultati della gara a squadre (o dei loro allievi) per parlare della migliore qualità didattica non penso che si distanzino moltissimo da quella mentalità.
xXStephXx
 
Messaggi: 625
Iscritto il: 23/03/2013, 18:12

PrecedenteProssimo

Torna a Mi presento

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti